Vai al contenuto

Carlo Salvioni

Da Wikipedia.

Carlo Salvioni, nassù a Bellinzona (Svìssera) ai 3 ëd mars dël 1858, a l'é stàit un lenghista a caval tra Eutsent e Neuvsent. A l'é mòrt a Milan ai 20 d'otober dël 1920.

Biografìa[modìfica | modifiché la sorgiss]

Piantà lì jë studi ëd Meisin-a, dal 1878 al 1883 a l'ha studià lenghìstica a Lipsia, an Almagna.

Dël 1885 a l'ha otnù la lìbera docensa a Turin e peui a l'é stait professor ordinari a Pavìa.

A l'é mòrt a l'improvis dël 1920, a 62 agn.

Euvre[modìfica | modifiché la sorgiss]

  • Fonetica del dialetto moderno della città di Milano. Saggio linguistico, Turin, Ermanno Loescher, 1884.
  • Lamentazione metrica sulla Passione di N. S. in antico dialetto pedemontano, Turin, Vincenzo Bona, 1889.
  • Illustrazioni linguistiche e lessico alle Rime di B. Cavassico, 2 vol., Bològna, Romagnoli Dall'Acqua, 1893-1894.
  • Dell'antico dialetto pavese, Pavìa, Tip. F.lli Fusi, 1902.
  • Appunti sull'antico e moderno lucchese, an «Archivio», XVI, 1905.
  • Di qualche criterio dell'indagine etimologica, an «Annuario dell'Accademia di scienze e lettere», Milan, 1905-1906, pp. 17-41.
  • Per la fonetica e la morfologia delle parlate meridionali d'Italia, an «Studi dell'Accademia scientifico-letteraria di Milano», 1913, pp. 79-113.
  • Osservazioni sull'antico vocalismo milanese desunto dal metro e dalla rima del Codice berlinese di Bonvesin da Riva, an Miscellanea in onore di Pio Rajna, Firense, Tipografia Ariani, 1911.